L’AMU porta la Bolla imperiale da Udine a Sappada

Stafete des lenghis minoritariis dal Friûl

Sono le 8 in punto di sabato 1 aprile e puntuale scatta da piazza Libertà la “Stafete des lenghis minoritariis dal Friûl” che Comune dopo Comune e frazione dopo frazione porterà il simbolico testimone dov’è custodita la Bolla imperiale dell’imperatore germanico Enrico IV fino a Sappada, che sarà raggiunta il giorno dopo e dove sono concentrate tutte le iniziative dello storico evento.

Oltre 100 chilometri suddivisi in due tappe e Venti gruppi sportivi impegnati a portare a termine la mission. La prima da Udine attraversa i comuni di Tavagnacco, Tricesimo, Tarcento, Artegna, Gemona, Bordano, Cavazzo Carnico, Tolmezzo e si conclude a Villa Santina dopo 62,7 km.

La seconda da Villa Santina con in testa il sindaco transita per Rigolato, Forni Avoltri, Cima Sappada e si conclude, come detto, a Sappada in un bagno di folla festante. Presenti anche gli organi istituzionali regionali capitanati dal presidente del consiglio regionale Franco Iacop e dall’assessore Gianni Torrenti.

La Maratonina Udinese, incaricata dalla Regione Friuli Venezia Giulia tramite l’Arlef – Agjenzie Regionâl pe Lenghe Furlane -, di organizzare le “Stafete” mette in moto il complesso ingranaggio organizzativo e la tabella di marcia coinvolgendo le associazioni sportive: la Maratonina stessa, la Libertas Grions e Remanzacco, la Maratona Città del Vino, la Polisportiva Tricesimo, la Maratona Magnano, il Kuroki Tarcento, la Gemonatletica, i Tremendi Run di Purgessimo, la Libertas Tolmezzo, la Carniatletica, l’Us Ovaro, la Polisportiva Timaucleulis, l’Asd Piani di Vâs Rigolato e l’Atletica Sappada Ploner Sport Events.

Tutte aderiscono con entusiasmo, alcune si offrono per coprire due tratte, una addirittura tre. Oltre un centinaio i corridori che si alternano, distinguendosi per la maglietta personalizzata, alcuni di loro sono molto noti nel campo sportivo. Ivan Cudin, ultramaratoneta di fama mondiale; Giacomino Barbacetto e Arduino Scarsini, due icone del podismo carnico poi, dopo il confine regionale, troviamo campioni olimpici quali Silvio Fauner e Pietro Piller Cottrer. Ivan Cudin corre da Villa Santina a Sappada, 38 km senza nemmeno sudare, ma la classe non è acqua, appunto… Detto ciò appuntamento al prossimo anno!

Share This

Condividi

Share!